GIUSEPPE MASCOLO illustrazione e grafica.
12345678


Libri

Pittura

Teatro

Fumetti

  • la cantata dei pastori
  • Pulcinelleide
    l'Arcaterra
    Pulcinella a Pietrarsa
    Pulcinella a castello di Baia
    Il Giudicatore

Cortometraggi

Musica

Collezionismo

IO sui network

  • facebook
  • my space
  • flikr
  • Twitter


 

LA NOTTATA

Commedia con musiche per imitatore solista

la nottata

Titolo: LA NOTTATA.
Autore: Giuseppe Mascolo
data di creazione: 2000
numero atti: 3
numero di attori: 14 + 1 imitatore
con musiche: si

Un po di storia:

La nottata è una commedia per imitatore solista che si accompagna in scena con altri attori spalla, circa 15. Si tratta di una commedia musicale che potrebbe anche generare in parallelo la vendita di CD conle canzoni interpretati da artisti famosi imitati nello stile musicale e nella voce.
La scena si svolge quasi interamente nel buio di una notte misteriosa. La storia è ambientata poco prima degli anni 2000, periodo in cui è stata scritta, periodo in cui si verificò un particolare fenomeno astronomico che aveva come protagonista la luna e che viene usato qui come pretesto per giustificare gli eventi narrati.

La commedia è un pretesto per riascoltare delle voci del passato, interpretate da uno o più imitatori che in modo verosimile, con la giusta intonazione e gesti indovinati, illuminati da una luce dall'alto, creano l'illusione di riportare in vita personaggi anche scomparsi. Non è una cosa alla "bagaglino" di canale 5, non sono barzellette slegate tra loro senza filo conduttore. Al contrario i personaggi imitati si integrano in un contesto che si svolge come una commedia "normale" In altre parole il metronotte, ad esempio, ha solo la voce, i modi e il modo di pensare di Totò... ma non è Totò, è un personaggio necessario alla vicenda di fondo.
"La nottata" è una commedia con musiche e canzoni originali. E' auspicabile, perchè funzionale alla commedia stessa come veicolo promozionale, un lancio parallelo o anticipato di un CD musicale con i migliori pezzi cantati o recitati.

La scenografia, grazie al presupposto dell'illuminazione notturna, è essenziale e può essere composta da semplici pannelli bidimensionali per simulare una piazza, un edicola, qualche lampione e un palazzo con finestra al primo piano.

la trama :

Campacavallo è un paesino scarsamente abitato. Da qualche parte nel sud.
Una sera uno degli abitanti (Pulcinella) per guadagnare qualche ora di sonno ha la brillante idea di inchiodare la luna creando una così una lunga notte artificiale.
In questa notte perenne un via vai di personaggi (un pittore cieco, un metronotte, una fidanzata dubbiosa) appare dal buio e anima la piazza con sviluppi e storie altrettanto incredibili: innamoramenti, visite, eventi magici e un furto.

Così, in un atmosfera surreale in cui tutto è indefinito la vita cerca di trascorre nel modo più normale possibile ma la luce diversa in cui quelle cose accadono rendono la normalità meno normale o forse, ce la svela per quella che probabilmente è nella realtà, cioè grottesca. Non a caso a svelare questa verità è proprio Pulcinella (che non è il protagonista della storia) che è il "matto" quindi il sincero per antonomasia, in assoluto e che per questa sua sincerità verrà schiacciato.


Di seguito due brani della commedia letti da Enzo Garramone

enzo garramone

 

 

 


   
Pulcinelleide


Corso Campano 465 - 80014 - Tel. 08119662336 - 3388793578